I profumi unisex da non perdere nel 2020

In questa lista vi proponiamo i migliori acquisti che - secondo noi - rappresentano la categoria dei profumi gender-neutral

I profumi unisex o “gender-neutral” (ossia, senza una netta definizione del target) hanno infranto la distinzione binaria tra le fragranze maschili e quelle femminili, proponendosi in un mercato sempre più moderno e lontano dai modelli stereotipati.

In questa lista vi proponiamo i migliori acquisti che – secondo noi – rappresentano la categoria.

Una delle più famose essenze è senza dubbio Calvin Klein CK one edt, proposta per la prima volta negli anni 90. Questa fragranza è giovane e ideale per l’uso quotidiano.

Fa per voi se apprezzate gli aromi pungenti e freschi degli agrumi: ai primi spruzzi noterete il mandarino, la papaya, il bergamotto che lasciano spazio a un bouquet floreale che comprende la viola, il gelsomino, il mughetto, l’iris e- a detta di qualcuno – perfino la noce moscata. Sul finale si sentono bene i legni come sandalo e cedro.

Sempre di Calvin Klein e abbastanza simile al fratello, l’altro classico unisex, Ck One Everyone Edition: combina freschezza e unicità al primo spruzzo. Rispetto al precedente, ha una formula rispettosa per l’ambiente, perché abbraccia la politica del cruelty free ed è vegana, grazie all’alcol di derivazione naturale infuso con altri ingredienti sempre di origine controllata. La piramide olfattiva contempla tra proseguendo compaiono il legno di cedro, il patchouli, l’ambra e infine il muschio.

Gli agrumi sono una garanzia quando si parla di essenze unisex, e Acqua di Parma lo sa. In Chinotto di Liguria sgomitano al naso i sentori della macchia mediterranea sono racchiusi in questo prodotto fresco e raffinato, una cartolina olfattiva che immerge in una passeggiata sulla Via dell’Amore. Il gioco di luci e frescura dati dall’incontro tra il bergamotto e la fava Tonka sono uno sposalizio ben riuscito che piace a lui e a lei (senza contare l’indiscutibile fascino della bottiglietta).

Patchouly di Etro è un’eau de toilette dall’estetica oriental  nata nel 1989: le note di testa di bergamotto si riscaldano con l’arrivo del geranio, per confluire poi nell’abbraccio caldo ed esotico del patchouli appunto, che dà il nome al celebre flacone.

I fiori sono solitamente relegati all’universo femminile, ma non è il caso delle colonie: decisamente vintage ed eterno classico è il riferimento ad English Lavender di Atkinsons. Una colonia che da oltre 150 anni incanta i nasi di tutto il mondo.

La sua genesi è frutto di un’accurata selezione delle migliori qualità di lavanda e segue le direttive più severe e antiche delle ricette inglesi. La freschezza che emana questa fragranza è davvero speciale, rilasciando una piacevole sensazione di benessere, di “pulito”, come di bucato steso.

In questo mix la piramide olfattiva gioca tutto proprio sulla lavanda, dunque è fondamentale amare questo aroma; la struttura si apre con la lavanda e con l’olio essenziale di lavanda, per poi proseguire con geranio e legni esotici.

Jo Malone London (tutti). Ecco un’altra maison che fa della trasversalità delle fragranze il proprio vessillo: Jo Malone! Tutte le colonie dell’azienda sono concepite per essere unisex, che è uno dei motivi per cui sono così amate e popolari. L

ime Basil & Mandarin è il profumo-ammiraglia del brand e resta un classico per la sua impronta fresca e frizzante.

È tra i profumi unisex più famosi, Prada Infusions d’Iris ha il punto forte nella semplicità: un bouquet straordinariamente elegante grazie alla preziosità del suo elemento fondante. Il fiore dell’Iris, infatti, è il gioiello della profumeria, che conferisce fascino di un aroma senza tempo.

Speriamo che questa lista sia utile nella ricerca del profumo che vi donerà una scia indimenticabile e unica, perché ogni essenza assume un carattere irreplicabile a seconda della persona che lo indossa.